Realestate
Break Even Point e Break Even Period nell'Agenzia Immobiliare
Home / Blog / Post

Blogs

Break Even Point e Break Even Period nell'Agenzia Immobiliare

12/10/2017
blog title

Per molti agenti immobiliari che sognano di diventare imprenditori e aprire la propria agenzia, l’idea di investire una cospicua somma di denaro può diventare un grande deterrente.

Il sacrificio iniziale è consistente e può insorgere la paura di non riuscire a sostenere i costi una volta avviata l’attività.

Eppure, nel caso del consorzio immobiliare, la paura si allontana facilmente, soprattutto quando abbiamo la certezza che in 3-6 mesi il nostro investimento iniziale sarà completamente coperto!

Il Break Even Point, infatti, viene raggiunto in pochissimo tempo, al contrario di altre realtà imprenditoriali, permettendoci di guadagnare e crescere a livello imprenditoriale con estrema velocità e facilità!

Non sei convinto? Prosegui nella lettura!

Partiamo dal capire che cos’è esattamente il Break Even Point, abbreviato con la sigla BEP, nel settore immobiliare.

 

Cos’è il Break Even Point?

Letteralmente Break Even Point significa punto di pareggio ed è indicato dal valore della quantità di prodotto venduto o servizio offerto necessario per coprire i costi totali sostenuti fino a quel momento, un periodo nel quale l’azienda non genera né utili né perdite.

In poche parole è una situazione di equilibrio economico in cui i ricavi sono uguali alla somma dei costi fissi e variabili.

Per un’azienda è un momento importantissimo, perchè significa che si sta recuperando l’esborso iniziale sostenuto per avviare l’attività, e dopo questo primo periodo in cui entrate ed uscite pareggiano, il passo successivo è il guadagno effettivo. Questo periodo si chiama Break Even Period.

Per analizzare i dati relativi al BEP è necessario che l’imprenditore compili un business plan in cui annoterà le spese aziendali, in modo da avere un resoconto delle uscite e poter calcolare a quanto devono ammontare le entrate per rientrare nei costi.

Le spese possono riferirsi a quelle fisse, come affitto, utenze, personale, e spese variabili come cancelleria, ufficio, trasporti e manutenzione.

Quando si avvia un’attività da zero bisogna considerare che, prima di arrivare al guadagno effettivo, bisogna recuperare la somma investita inizialmente per lanciare l’impresa, ed assicurarsi che anche le spese fisse siano coperte.

Questo metodo non è applicabile a tutti i sistemi aziendali, in quanto non è adatto alle imprese multi prodotto, ma, al contrario, riferito ad un’agenzia immobiliare può essere un ottimo metodo per l’analisi a breve termine del bilancio aziendale.

Ora, la domanda che l’imprenditore immobiliare dovrà porsi è questa: quanti contratti sarà necessario portare a termine per coprire i costi totali?

Calcolando la provvigione media per ogni trattativa conclusa sarà possibile capire quanti contratti dovrà chiudere l’agenzia per raggiungere il Break Even Point.

Questa metodologia di calcolo ha dei limiti in quanto può risultare non troppo precisa, ma possiamo assicurarvi che il calcolo del BEP ha una grande efficacia al fine di fare una previsione del bilancio aziendale ed avere una stima del rientro dei costi.

Il Break Even Point nell'Agenzia Immobiliare: i vantaggi concreti

Aderire al nostro Consorzio Consimm per aprire un’agenzia immobiliare può abbattere di molto i tempi ed i costi di avviamento, permettendo di raggiungere il Break Even Point più velocemente ed avere un guadagno effettivo in tempi brevi.

Facciamo ora un esempio concreto, partendo proprio dal nostro Point Agency City Consimm: i nostri agenti consorziati raggiungono il BEP in 3, massimo 4 mesi dalla data di avviamento della propria agenzia!

Questo perché l’avviamento è molto più rapido e l'adesione al Consorzio Consimm prevede un appoggio sotto moltissimi punti di vista: partire con un know-how già consolidato, un brand affermato e un sostegno dal punto di vista formativo,pubblicitario associato a sistemi informatici di ultima generazione significa avere margine di errore minimo.

Nel caso in cui, al contrario, decidessimo di avviare una nostra agenzia immobiliare, senza appoggiarci a nessun brand, dovremo mettere in conto tutti i costi di start up, dai beni materiali per l’ufficio a quelli di marketing per far conoscere il brand, solo per citarne qualcuno.

Lo stesso discorso vale per l’apertura di un ristorante, di un bar o di un’altra attività complementare, dove l’avvio può risultare davvero molto oneroso, i tempi per farsi conoscere sul mercato sono molto lunghi e il rientro del proprio investimento diventa quasi un sogno lontano.

Un esempio? Per aprire un ristorante hai bisogno di investire un buon capitale per tutta la nuova attrezzatura, dalla cucina all’arredamento, oltre all’affitto del locale e ai costi del personale.

Un’agenzia Immobiliare Consimm, al contrario, ti richiede dei costi iniziali molto più bassi: l’affitto, una buona scrivania, un computer e una segretaria.

Aprire un Point Agency City Consimm  a condizioni di investimento agevolate per facilitare l’avvio di una nuova agenzia, fornendo l’opportunità di rateizzare l’importo e ammortizzare la somma totale.

Scopri all’interno del nostro sito tutti i vantaggi nell’aprire un’agenzia immobiliare  con il marchio Consimm Agency, o contattaci per maggiori informazioni.

E se vuoi rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità nel mondo immobiliare , ricevere contenuti esclusivi, consigli utili per il tuo business e scoprire strategie vincenti, segui il nostro blog e iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter.

Segreteria Consorzio Consimm