Realestate
Misure di Sostegno alle Imprese a Cura del Consorzio Consimm
Home / Blog / Post

Blogs

Misure di Sostegno alle Imprese a Cura del Consorzio Consimm

17/03/2020
blog title

MISURE DI SOSTEGNO ALLE IMPRESE

Il Decreto Legge “Cura-Italia” varato Lunedì 16 Marzo ha stanziato 25 miliardi di Euro per il finanziamento di misure straordinarie per la tutela della salute e il lavoro. Tali misure si aggiungono a quelle già disposte dal Decreto del Ministero del Lavoro del 27 Febbraio per le ex “zone rosse”, nonché dal successivo Decreto Legge 9/2020.
Finanziamenti a micro, piccole e medie imprese:
moratorie e proroghe con riferimento a mutui, leasing, aperture di credito e finanziamenti a breve in scadenza, con impossibilità di revoca di aperture di credito e prestiti a fronte di crediti esistenti alla data del 29.2.2020 e proroga fino al 30.9.2020 dei prestiti non rateali. Sospensione fino alla stessa data di mutui e altri finanziamenti rateali, leasing, senza nuovi o maggiori oneri.
Affitti commerciali: credito d’imposta pari al 60% del canone di locazione del mese di Marzo.
Indennizzo lavoratori autonomi e partite IVA:
600€ non tassabili per il mese di marzo, che possono essere richiesti anche da commercianti, stagionali del turismo e del termalismo, artigiani, lavoratori del settore dello spettacolo, professionisti non iscritti agli ordini, co.co.co. in gestione separata, coltivatori diretti, coloni, mezzadri e lavoratori agricoli, essendo peraltro stato istituito un apposito fondo per il reddito di “ultima istanza” al fine di garantire analogo sostegno al reddito anche ai professionisti iscritti a enti privati di previdenza obbligatoria.
Sospensioni e moratorie fiscali:
Contributenti con fatturato fino a € 2.000.000:
sospensione degli adempimenti e dei versamenti fiscali e contributivi (Versamenti IVA, ritenute e contributi di marzo).
Settori ristorazione-bar, turistico-alberghiero, termale, trasporto passeggeri, cultura/spettacolo, sport, istruzione, parchi divertimenti, eventi, sale giochi e centri scommesse: sospensione dei versamenti di ritenute, contributi previdenziali e assistenziali, premi assicurazione obbligatoria per i mesi di marzo e aprile, assieme al versamento IVA di marzo.
Operatori economici cui non si applicano altre sospensioni per versamenti nei confronti delle pubbliche amministrazioni: differimento scadenze dal 16 al 20 marzo: anche per contributi previdenziali e assistenziali e ai premi per l’assicurazione obbligatoria.
Professionisti senza dipendenti con compensi fino a 400.000€ calcolati nel precedente periodo d’imposta, disapplicazione della ritenuta d’acconto sulle fatture di marzo e aprile.
Attività Agenzia delle entrate: sospensione fino al 31 Maggio dei termini relativi alle liquidazioni, controlli accertamenti, riscossione e contenzioso.
Cartelle esattoriali: sospensione dei termini per riscossione, saldo e stralcio e rottamazione-ter, nonché per invio di nuove cartelle e atti esecutivi.
Credito PMI: potenziamento del fondo centrale di garanzia, anche per la rinegoziazione dei prestiti esistenti, con sospensione delle commissioni per accedere al fondo stesso. Allungamento automatico della garanzia in ipotesi di moratoria o sospensione del finanziamento correlato all’emergenza in atto, procedure di valutazione semplificate per le operazioni fino a 100,000 € ed eliminazione della commissione di mancato perfezionamento per tutte le operazioni non concluse positivamente.
Ammortizzatori sociali per attività con dipendenti:
Cassa in deroga (CIGD): estesa a tutte le attività economiche a prescindere dal settore produttivo e dal numero di dipendenti, finanziando le astensione dal lavoro del personale per una durata massima di 9 settimane, anche in favore delle imprese che già beneficiano della CIGS.
Assegno ordinario FIS: esteso anche ai lavoratori dipendenti presso datori iscritti al Fondo d’integrazione salariale che occupano mediamente più di 5 dipendenti, equiparando tali attività – che in precedenza si limitavano a poter beneficiare degli assegni di solidarietà del FIS – a quelle con più di 15 dipendenti.
Sanificazione e sicurezza sul lavoro: incentivi e contributi per le relative spese, anche con riferimento al TPL non di linea per NCC e TAXI che dotino i veicoli di paratie divisorie atte a separare il posto di guida dai sedili posteriori.
prenotazioni ricettive, pacchetti turistici e biglietti per spettacoli e musei, buoni acquisto alla clientela in luogo dell’obbligo di rimborso a carico del prestatore del servizio.
Imprese dello spettacolo: istituzione di un apposito fondo e ulteriori disposizioni urgenti per sostenere il settore della cultura.
Imprese produttrici di dispositivi medici: 50.000.000€ per finanziamenti agevolati INVITALIA.
Settore agricolo e pesca: possibilità di aumentare fino al 70% gli anticipi PAC e altre misure.
Misure per lavoratori e famiglie:
Equiparazione alla malattia della quarantena e della permanenza domiciliare fiduciaria, anche per il settore privato.
Congedo parentale: per i lavoratori di figli minori di 13 anni o con grave disabilità accertata, con 50% del trattamento retributivo o, in alternativa, sostegno per il pagamento di balie (€ 600, ovvero € 1000 per personale del servizio sanitario nazionale e forze dell’ordine).
Lavoratori non in smart working con reddito annuo lordo fino a € 40.000: premio di 100€ non tassabile per marzo.

Segreteria Centralizzata
CONSIMM
Agenzie Immobiliari per l'Italia